Sezioni

La Riserva naturale
Il lago della Riserva delle Salse di Nirano

La Riserva naturale

La Riserva Naturale delle Salse di Nirano si estende sulle prime pendici dell'Appennino Modenese, tra i corsi d’acqua Fossa e Chianca, ad un’altitudine che va dai 150 ai 300 metri sul livello del mare e si sviluppa interamente all’interno del territorio comunale di Fiorano Modenese.
E' la prima riserva creata dalla regione Emilia Romagna. Fu istituita nel marzo del 1982 per preservare i 'vulcani di fango' di Nirano e le specie faunistiche e floristiche. Oggi tutela il più vasto e peculiare complesso di salse emiliane, tra i più importanti d’Italia e, con quello di Aragona (Agrigento), il più importante d'Italia e uno tra i più complessi d'Europa.
Si sviluppa per oltre 200 ettari, circa 7 dei quali a tutela integrale. Solo una parte dell'area protetta è su suolo pubblico (26 ettari), mentre quasi il 90% è su suoli privati, ma soggetti a vincoli di tutela ambientale.
Il cuore della Riserva - Area a tutela integrale - è costituito da un’ampia conca nella quale emergono una ventina di apparati tra coni e polle, dai quali fuoriescono acque salate miscelate ad argilla e idrocarburi: le Salse di Nirano.
Nel 2004 la Commissione Europea ha individuato nell’intera area della Riserva e oltre, un Sito di Importanza Comunitaria (SIC), grazie alla presenza di 7 habitat naturali e seminaturali, oltre a specie animali ed essenze vegetali da proteggere,come la Puccinellia fasciculata, graminacea diffusa lungo i litorali costieri, ma non nell'entroterra. Quella di Nirano è la più estesa delle tre popolazioni d'entroterra oggi note a livello nazionale, tutte site in Emilia-Romagna in ambienti di salsa,. Il sito di interesse comunitario si estende per 371 ettari.
Altro importante riconoscimento del valore ambientale delle Salse è arrivato nel 2016 quando la Regione ha riconosciuto nell'area un geosito prioritario per la presenza non solo dei vulcani di fango ma anche dei calanchi.
LOGO ENTE PARCHI EMILIA CENTRALE.jpg
Dal 1 ottobre 2016, per effetto della L.R 13/2015, la Riserva è gestita dall’Ente Parchi Emilia Centrale in collaborazione con il Comune di Fiorano Modenese.

Nella Riserva è vietato:

  • danneggiare gli apparati lutivomi (conetti) e la vegetazione;

  • asportare fango; introdurre oggetti negli apparati;

  • campeggiare o sostare più a lungo del tempo necessario per la visita all’interno dell’Area a Riserva Naturale Integrale;

  • accedere all’Area a Riserva Naturale Integrale in caso di pioggia e almeno nelle 24 ore successive;

  • accedere all’Area un’ora prima dell’alba e un’ora dopo il tramonto;

  • uscire dai sentieri appositamente predisposti e segnalati.

Regolamento della Riserva