Sezioni

Tomba di Ciro Menotti

Tomba di Ciro Menotti

“Il tuo primo pensiere sia d’unire”

La vita di Menotti

Ciro Menotti nacque nel 1798 a Migliarina di Carpi da una famiglia benestante. Sposò la giovane e ricca vedova Francesca Moreali di Spezzano, con la quale ebbe quattro figli: Achille, Polissena, Adolfo e Massimiliano. La coppia visse a Modena e soggiornò periodicamente a Spezzano a villa Moreali, residenza estiva. Dopo la morte di Menotti e l’iniziale esilio della famiglia, la villa fu abitata fino alla morte dalla moglie e dalla figlia Polissena ed anche i figli vi tornarono più volte. Massimiliano che amava quei luoghi materni, costruì e abitò, a poca distanza da Villa Moreali Menotti, il villino detto il Paradisino vicino a Villa Campori a Spezzano.

ritrattoCMenotti_AdeodatoMalatesta.jpg

Ciro Menotti e il suo sentimento patriottico per l'Unità d'Italia

Ciro Menotti, uomo del Risorgimento, si unì alla Carboneria e per questo motivo venne arrestato. A lui va riconosciuto il merito di avere, tra i primi, pensato e cercato la libertà per Modena, ma soprattutto l’unità della penisola sotto una stessa bandiera.

Dopo la condanna a morte per impiccagione, avvenuta il 26 maggio 1831 a Modena, la sua salma fu deposta nel cimitero cittadino e, solo nel 1868, spostata nel cimitero di Spezzano, a fianco delle spoglie della moglie e della figlia. I resti del martire furono poi spostati, nel 1929, in una cappella funeraria dedicata all’interno della Chiesa parrocchiale di San Giovanni Evangelista.

Ciro Menotti, ritratto di Adeodato Malatesta

La tomba di Ciro Menotti

Il monumento funerario, situato nella  chiesa di Spezzano, fu completato nel 1929 dagli artisti Bisetti e Lazzaretti. La cappella, in stile rinascimentale, è rivestita di marmi policromi con gli stemmi dei comuni di Carpi, Modena e Fiorano, dove Menotti nacque, visse e morì e dove riposa.

Il sarcofago è sormontato da un medaglione in bronzo dello scultore Ivo Soli con l’immagine del patriota e l’epigrafe commemorativa. Una lampada votiva in ferro battuto illumina la cappella racchiusa dai cancelli con i simboli della gloria e del martirio. I resti di Menotti e famiglia riposano nel loculo sotto il pavimento. Sulla parete destra si ricordano i familiari: la moglie Francesca Moreali, i figli Polissena, Adolfo, e Massimiliano, il pronipote Ciro; il primogenito, Achille, è invece sepolto a Torino.

Depliant informativo

 Ciro Menotti. La vita, i luoghi e le idee, documentario a cura di Cristina Provenzano e Marco Amendola. Produzione Pongofilms.it - 2011  

                                                             

Info utili

Tel: +39 0536 833412 – 833438; +39 0536 073036

Email: cultura@fiorano.it; iat@maranello.it

Visitabile da lunedì a domenica ore 8-18 (escluse le funzioni religiose).

Parrocchia di Spezzano

tel: + 39 0536  843727   fax: + 39 0536 843727  

Vedi sulla mappa